Coronavirus (COVID-19):
prenota i dottori che offrono la consulenza online
Vedi tutti
4 settembre 2020

Il benessere sessuale: il segreto per vivere al meglio la propria sessualità

Condividi l'articolo
Il benessere sessuale: il segreto per vivere al meglio la propria sessualità

Dott. Andrea Militello, urologo e andrologo del Centro Medico Specialistico Unisalus di Milano

-

Venerdì 4 settembre si celebra la Giornata Mondiale del Benessere Sessuale, promossa come ogni anno dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per informare e accendere i riflettori sulla sessualità e sulla salute sessuale.

Purtroppo in Italia di questa preziosa occasione si parla pochissimo. A dichiararlo è proprio il Dott. Andrea Militello, urologo e andrologo di del Centro Medico Specialistico Unisalus (MI) che afferma "Purtroppo il sesso rimane ancora un tabù per molte persone. Anche la visita andrologica talvolta è vista come momento di ansia e preoccupazione per molti uomini. Non riusciamo a liberarci di molti condizionamenti che chiaramente devono essere contestualizzati nel periodo storico e nella cultura del proprio paese."

 

In quali tematiche sembrano essere carenti i cittadini?

La popolazione maschile è ancora poco informata su argomenti fondamentali come la fertilità maschile e addirittura quella che deve essere la normale anatomia dei genitali maschili. Ci sono condizionamenti creati dal web che spesso creano falsi miti e falsi parametri di valutazione nel giovane uomo spesso abbandonato a sé stesso e non supportato in questo argomento neanche dalla propria famiglia. Termini come fimosi, frenulo corto, criptorchidismo, azoospermia sono ancora molto poco conosciuti.

 

Cosa si intende per benessere sessuale?

Quanti di noi saprebbero descrivere il benessere sessuale? O ancor meglio, quanti di noi si rivolgono periodicamente al proprio andrologo di fiducia per verificare l’integrità e la “salute“ del proprio apparato sessuale e riproduttivo? Il benessere sessuale dovrebbe rappresentare per tutti noi un obiettivo importante come lo è il benessere dell’apparato cardiovascolare e il benessere fisico, giusto per citarne alcuni. Inoltre, il benessere sessuale si ripercuote poi nel benessere della vita di coppia.

 

Le app di incontri hanno peggiorato lo scenario della salute sessuale?

Il web può essere dannoso sotto alcuni aspetti. Sono purtroppo amplificatori di atteggiamenti individualistici e di condizioni di insicurezza. Una forma di liberalismo sessuale che porta spesso a mistificare la propria persona nel tentativo di piacere all’altro. Ma esistono e dobbiamo far sì che non influenzino negativamente i ragazzi più giovani. Penso sinceramente che abbiamo peggiorato lo scenario.
Mentre molto utili sono le app presenti in rete che, se gestite in maniera professionale e scientifica, possono dare un grande aiuto all’utente. Oggigiorno anche sotto forma di chat e videoconsulto, è più semplice superare l’ansia della prima visita di persona dal medico, che magari verrà eseguita in seconda battuta, una volta entrati in confidenza con questa figura professionale. Le app permettono un colloquio con il professionista certificato e recensito evitando di interfacciarsi con persone non adeguate e preparate a fornire consigli in questo delicatissimo campo.

 

Come conoscere il piacere e lo star bene? Consigli

Per conoscere il nostro benessere sessuale dobbiamo assolutamente avere una figura medica di riferimento da consultare annualmente anche in assenza di problemi. Il ginecologo per la donna, l’andrologo per l’uomo, il sessuologo per la coppia.

 

Parole abusate ed errate: scissione tra affettività e sessualità?

Il mondo affettivo e quello sessuale sono parte indispensabile per il benessere psicofisico di ogni persona. Sia l’affettività che la sessualità ci interfacciano con le altre persone donandoci la possibilità di raggiungere uno stato di soddisfazione fisica, una sensazione di intimità e una sensazione di sicurezza.

 

Si può insegnare il benessere sessuale ai ragazzi?

Obiettivo principale sarebbe proprio quello di insegnare ai nostri ragazzi il concetto di benessere sessuale. Questo atteggiamento dovrebbe trovare il suo sviluppo specialmente in ambito familiare e negli istituti scolastici, dove purtroppo ancor oggi si trovano difficilmente i giusti spazi. Anche l’assenza della banale visita di leva ha fatto si che mancasse un primo utile filtro sociale.

La Giornata Mondiale della Sessualità servirà anche a questo.

News correlate