11 aprile 2013

Medici di famiglia online e pazienti seguiti via web: è la sanità 2.0

Condividi l'articolo
Medici di famiglia online e pazienti seguiti via web: è la sanità 2.0

Anche in area sanitaria l’arrivo del web non si è fatto attendere a lungo. In alcuni istituti di cura italiani è già possibile contattare il proprio medico online, come già da tempo avviene negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Danimarca. In Francia, secondo quanto stabilito da un decreto solo pochi anni fa, i medici di famiglia possono venire contattati via web dai propri pazienti, evitando così il sovraffollamento delle sale d'attesa.

Un esempio concreto di quanto sta già avvenendo in territorio italiano è il progetto dedicato all’assistenza dei bambini affetti dalla sindrome di Williams presso l’ospedale Bambin Gesù di Roma. Gli individui affetti da questo ritardo dello sviluppo infatti hanno bisogno di essere seguiti da specialisti che tengano sotto controllo gli aspetti relativi alla loro crescita e i risultati degli esami effettuati. Un altro istituto che effettua assistenza di tipo telematico è l’Ismett di Palermo, che offre anche consulenza psicologica a coloro che hanno subito un trapianto di fegato.

Mantenere un contatto online può essere utile anche per coloro che hanno bisogno di essere monitorati nel processo di recupero di uno stato di salute ottimale. È questo il caso dei pazienti del reparto di medicina riabilitativa dell’ospedale Valduce di Como, che vengono seguiti dai medici nell’utilizzo dei tutori messi a loro disposizione.

Una vera e propria rivoluzione quella dell’assistenza medica via web, che sebbene non possa in tutto e per tutto sostituire una visita medica completa, offre la possibilità di evitare ore di attesa o spostamenti poco confortevoli.

News correlate