31 marzo 2016

Boom di medici online: la sanità privata 2.0 cresce del 46% in un anno

Condividi l'articolo
Boom di medici online: la sanità privata 2.0 cresce del 46% in un anno

L’Italia è ancora fanalino di coda quando si parla digitalizzazione della sanità: nonostante le sollecitazioni provenienti dall’Agenda Digitale le strutture pubbliche faticano a costruire la propria presenza sul web. Il settore privato, invece, mostra una vitalità significativa – soprattutto se guardiamo la crescita dei portali per la prenotazione online degli specialisti: secondo i calcoli di Dottori.it la crescita rispetto allo scorso anno è stata del 46%, tanto per visite quanto per richieste di prenotazioni.

L’importanza di internet per la sfera della salute è sotto gli occhi di tutti, e non solo per le richieste di aiuto a Dottor Google. Emerge come bisogno comune l’ottimizzazione del processo di scelta e prenotazione del medico, puntando a Trasparenza e velocità.

Il web consente di selezionare ed identificare il professionista più adatto, in base alle sue specializzazioni e al parere degli altri utenti; grazie alla consultazione in tempo reale della sua agenda, poi, si possono organizzare meglio le tempistiche degli appuntamenti.

Statisticamente, il medico che ha scelto di darsi una visibilità in rete è più veloce e tempestivo con le conferme delle richieste di prenotazioni: queste arrivano entro un’ora nel 51% dei casi, ed entro le 24 ore dalla richiesta nel 95%.

Se cresce la domanda di specialisti attraverso il web, anche l’offerta di professionisti segue lo stesso andamento, e anzi la crescita dei medici presenti in rete arriva al 70% in un anno. A cosa si deve questo boom? Ad una maggiore praticità garantita al dottore, che può gestire 24 ore su 24 la propria agenda e i profili dei pazienti.

Nel dettaglio, le specializzazioni mediche cresciute di più sono ginecologia e dermatologia: si tratta di professionisti molto cercati in rete, per la ricorsività e la frequenza di molte patologie connesse a questi ambiti sanitari. 

News correlate