20 novembre 2017

Affiancare ad una dieta ipocalorica un allenamento ad alta intensità riduce il rischio di riprendere peso

Condividi l'articolo
Affiancare ad una dieta ipocalorica un allenamento ad alta intensità riduce il rischio di riprendere peso

I ricercatori dell'Università dell'Alabama hanno scoperto che affiancando alla dieta ipocalorica un allenamento fisico ad alto impatto, si può impedire il recupero dei kili persi.

"Uno dei problemi principali quando si segue un'alimentazione ipocalorica è la perdita di massa muscolare e, come conseguenza, il rallentamento del metabolismo dovuto alle restrizioni sul cibo. Per questo, l'80% delle persone che perdono peso con la dieta, lo riprende in 4-5 anni" ha spiegato Eric Plaisance, Dottorato e assistente Professore di Scienze Motorie alla UAB School of Education, Alabama (USA).

È stato dimostrato che fare regolarmente esercizi di moderata intensità, come una camminata o un ballo, mentre si è a dieta, riduce il rallentamento del metabolismo.
In uno studio pubblicato sulla rivista scientifica American Journal of Physiology, Il Dottor Plaisance, principale autore dello studio, insieme ad un team di ricercatori, ha indagato se un allenamento ad alta intensità ad intervalli (HIIT) potesse avere degli effetti ancora più influenti sul metabolismo.

Il gruppo di ricerca ha scoperto che, in presenza di una dieta ipocalorica, svolgere degli esercizi ad alta intensità poteva preservare la massa muscolare e avere un impatto importante sulle modalità con cui il corpo utilizza il glucosio per ricavare energia.

"Questo studio ha risvolti importanti sul modo in cui guidiamo le persone verso la perdita di peso, aiutandole a non riprenderlo. Essere in grado di mantenere il peso forma guadagnato è importante per ridurre il rischio di insorgenza di patologie come il diabete, per migliorare la pressione sanguigna, e per contrastare molte altre malattie e disturbi associati all'obesità."

L'allenamento ad intervalli ad alta intensità prevede che la persona performi al massimo delle sue capacità per brevi periodi, per poi compiere per 2-4 minuti di recupero attivo, ad esempio, se si sta correndo sul tapis roulant si passa dalla corsa intensa alla camminata. Poi, ricomincia la fase ad alta intensità, seguita sempre dalla fase di defaticamento attivo, eseguendo 4 o 5 di questi cicli consecutivi.

Plaisance ha aggiunto che, da precedenti ricerche, era stato dimostrato che chi svolgeva un allenamento continuo ad intensità moderata bruciava più calorie, ma studi più approfonditi hanno evidenziato che chi svolge allenamenti alternati ad alta intensità sperimenta la stessa perdita di peso con 20 minuti di esercizio, di chi svolge 60 minuti di esercizi ad intensità moderata.

"La ragione numero uno per cui le persone non si allenano è la mancanza di tempo, e un allenamento HIIT prende circa un terzo del tempo rispetto ad un allenamento ad intensità moderata. Se si sta iniziando una dieta ipocalorica, affiancarvi questo tipo di esercizio, può prevenire la perdita di massa muscolare e mantenere invariato il dispendio di energia" ha concluso Plaisance.

 

News correlate