2 settembre 2015

Sesso in gravidanza? Si o no e come.

Condividi l'articolo
Sesso in gravidanza? Si o no e come.

La sessualità in gravidanza rappresenta per la società quasi un tabù ma per la coppia è un aspetto importante. Esistono in merito diversi studi scientifici perchè intorno a questo argomento ci sono ancora dei pregiudizi e delle credenze sbagliate.

Esiste un elenco infinito di pregiudizio come :
– masturbarsi è pericoloso
– avere rapporti sessuali può causare l’aborto
– il peso dell’uomo sulla donna può danneggiare il feto e la sua pancia
– il pene urta la testa del bambino con le spinte
– l’amplesso può nocere al bambino
– la penetrazione può infettare il bambino
– l’orgasmo può far partire il travaglio e provocare un aborto
– il feto sente e capisce quello che sta succedendo

Studi fatti dimostrano che tutto questo non è assolutamente vero e che non esistono delle controindicazioni sull’attività sessuale svolta in gravidanza se questa è fisiologica, cioè se non ci troviamo in una situazione dove c’è stato un distacco precedente di placenta, una placenta previa, un rischio di travaglio prematuro o di rottura delle membrane, una storia di aborti pretendenti o dei sanguinamenti vaginali anomali e infine una malattia sessualmente trasmissibile (herpes, sifilide, gonorrea, ecc) si possono serenamente avere dei rapporti.

Durante la gravidanza la donna subisce delle modificazioni sia dal punto di vista fisico, psicologico e quindi anche sessuale.

Primo trimestre di gravidanza

Nel primo trimestre di gravidanza può esserci un calo dell’interesse e del desiderio sessuale perché la Donna ha come disturbi la nausea,si sente stanca, ha una sensazione di malessere generale e il suo umore è instabile e il seno è dolorante. In questo trimestre si sente più il bisogno di essere rassicurate e di affetto che di sessualità. Subentrano nuove abitudini di vita come la riduzione o eliminazione di alcool e tabacco, la dieta diventa sana e viene fatto esercizio fisico. Questi cambiamenti possono influenzare la sessualità.di fatto, il suo desiderio per lei.

Secondo trimestre di gravidanza

Nel secondo trimestre, chiamato trimestre del benessere,il desiderio torna e può essere soddisfatto. La pancia non è ancora ingombrante, la stanchezza scompare e la coppia si è adattata all’idea della maternità e della paternità. Gli organi genitali femminili sono più sensibili e il desiderio sessuale è quindi più alto ma le pareti vaginali possono non lubrificarsi facilmente. Gli uomini sono attratti dalle nuove curve della propria donna.

Terzo trimestre di gravidanza

Nel terzo trimestre è segnalato un calo dell’attività sessuale per la presenza del testosterone ma anche per la fatica addominale, i dolori lombari, la stanchezza, l’insonnia e la paura visto che si è a fine gravidanza.Le posizioni più comode sono quelle a cucchiaio (l’uomo sdraiato dietro di lei).

Durante la gravidanza la coppia se non vuole arrivare all’atto sessuale completo può usare la masturbazione, la stimolazione orale e/o manuale. E ovviamente via libera a baci, massaggi, abbracci e coccole.

Ricordiamoci che durante la gravidanza i genitali cambiano il loro aspetto, diventando più gonfi, a seguito dell’aumentato flusso sanguigno.
Questo può provocare una maggiore produzione di muco che può risultare acre al compagno ma può nella donna aumentare la sensibilità e dare sensazioni sessuali intense. Il sesso in gravidanza inoltre porta a scoprire delle nuove posizioni in quanto quella “classica” (uomo sopra la donna) è difficile da fare.
Vi consiglio di evitare rapporti anali perché la presenza di emorroidi e la circolazione molto delicata potrebbe rendere l’atto spiacevole e aumenta il rischio di trasmissioni di batteri dal retto alla vagina.

Quindi il sesso in gravidanza sicuramente può portare un effetto positivo nel rapporto di coppia. Inoltre non dimentichiamoci che l’attività sessuale è una preparazione della muscolatura pelvica.

E per ultima cosa, ma non meno importante, fare sesso a termine gravidanza è un ottimo metodo naturale per avviare il travaglio in quanto lo sperma dell’uomo contiene prostaglandine e l’orgasmo fa contrarre l’utero.
Tornando alle posizioni, quella che più spesso è consigliata dai ginecologi è quella in cui la donna sta sul fianco e l’uomo è o davanti o dietro di lei.Sconsigliano la posizione dove la donna “sta sopra” perchè la penetrazione potrebbe essere troppo profonda.

Dunque vivete liberamente la vostra sessualità e non abbiate timori inutili perché, come avete potuto leggere, molte sono infondate.

 

fonte:Periodo Fertile

News correlate