8 agosto 2013

Allarme pidocchi nel reparto di urologia a Teramo

Condividi l'articolo
Allarme pidocchi nel reparto di urologia a Teramo

È scandalo all’ospedale di Teramo, dove sono stati rinvenuti alcuni pidocchi all’interno del reparto di urologia. Il paziente contaminato è stato immediatamente trattato e il posto letto disinfettato a dovere. Ma non è certo la prima problematica affrontata dalla struttura sanitaria Mazzini, che ha subito un drastico taglio per i reparti di oculistica, otorinolaringoiatria, chirurgia maxillo-facciale e chirurgia oncologica che sono state accorpate nei locali che in precedenza ospitavano unicamente la sezione di urologia.

Una mossa certo poco agevole per gli urologi che prima operavano in uno spazio ben più ampio e che ora devono far fronte a un’ulteriore emergenza. In seguito all’accorpamento dell’ultimo reparto che si era aggiunto ai tre già inseriti, quello di chirurgia oncologica, i nuovi pazienti si sono trovati ad affrontare la carenza di posti letto, il cui numero all’interno dell'intero settore ammonta complessivamente a 16. Poche settimane fa il sindacato Smi aveva peraltro segnalato il mancato trasferimento all’ospedale di Teramo di alcuni pazienti di urologia che provenivano da altri ospedali della provincia.

Sotto i riflettori inoltre il dottor Carlo Vicentini, il quale è stato accusato di non aver permesso ai propri aiuti di crescere da un punto di vista professionale. Secondo quanto riportato dal direttore sanitario della Asl Carlo Antelli infatti, Vicentini eseguiva personalmente l’85% delle operazioni chirurgiche all’interno del reparto. Per confermare le proprie parole Antelli aveva riportato un giudizio espresso dal Responsabile del Dipartimento di Chirurgia Osvaldo De Berardinis, il quale pare aver riferito che l’attività operatoria di 9 candidati urologi teramani era scarsa. Queste ultime parole sono state smentite con vigore dall’avvocato di De Berardinis, Gianni Gebbia, il quale nega che il proprio cliente possa aver pronunciato giudizi simili soprattutto nel corso di una selezione.

News correlate