×

Agopuntura - medicina complementare

Agopuntura - medicina complementare

Descrizione

L’Agopuntura è una medicina complementare che si affianca e completa la medicina tradizionale e che si basa sul ristabilire lo stato di salute e il benessere del paziente attraverso la stimolazione di determinati punti della superficie corporea a scopo terapeutico, con l’inserimento di aghi.
Secondo la Medicina tradizionale Cinese, da cui l’Agopuntura trae origine, i problemi di salute di un individuo sono causati dalla cattiva circolazione del Qi (l’energia vitale) che scorre attraverso dei canali  lungo tutto il corpo, noti come “meridiani”, e che si accumula in alcune parti del corpo e manca in altre.
L’Agopuntura, si basa dunque sulla divisione del corpo in questi canali (i meridiani) che collegano dei punti importanti per il nostro corpo. I punti principali sono dodici e sono sono situati in corrispondenza di cuore, polmoni, reni, fegato, pericardio, milza, intestino crasso, vescica urinaria, vescicola biliare, intestino tenue, triplice riscaldatore e stomaco.
I meridiani vengono poi distinti in Yang (quelli che portano energia dall'estremità delle mani, alla testa e ai piedi), e Yin quelli che portano l'energia dai piedi al tronco e dal tronco alle mani. Ed infine, i meridiani secondari che sono delle ramificazioni di quelli principali, che li connettono tra loro e distribuiscono energia e nutrimento ai tessuti, formando come una rete di canali ben organizzata.
L’Agopuntura, secondo i suoi principi e le sue tecniche mira a mantenere o ristabilire il corretto flusso di energia vitale, con l’idea di preservare l’equilibrio fra le due forze (Yin e Yang), affinché l’energia che percorre i meridiani fluisca in modo corretto permettendo il benessere del paziente.

 

Un po' di storia

L’Agopuntura come branca della Medicina Tradizionale Cinese, è una disciplina dalle antichissime origini, risalenti a più di diecimila anni fa. Il suo periodo aureo fu sotto la dinastia dei Ming, e fu la prima tecnica terapeutica ad essere introdotta in Europa già dal 1600, grazie anche agli sforzi del diplomatico francese G. Sulier de Morant, che ha posto le basi per l’esportazione della dottrina in Occidente. Fu poi Mao Tse Tung ad ufficializzare l’Agopuntura, permettendone l’utilizzo in ospedale.
A partire dagli anni Cinquanta, ebbe inizio anche la ricerca scientifica sull’Agopuntura, finalizzata a comprendere, descrivere e tramandare la disciplina mediante riferimenti moderni quali cellule, biochimica e strutture annesse.
A seguito di numerosi studi sperimentali effettuati a livello mondiale, nel 1979 l’OMS ha dichiarato l’Agopuntura clinicamente utile nel trattamento di diverse patologie.

Formazione professionale

L’agopuntore è una figura che si inserisce nella sfera del benessere psicofisico e dei rimedi naturali, è un professionista che si dedica al benessere generale e naturale della persona, con l’obiettivo di ristabilire la salute del corpo e della mente attraverso la stimolazione cutanea fatta con aghi e calore. Attualmente l’Agopuntura viene praticata in tutto il mondo, cambia però il quadro legislativo di riferimento.
In Italia, l’agopuntore, non è un figura professionale giuridicamente legittimata, poiché non esiste un albo e delle scuole di formazione legalmente riconosciute.
Nel nostro paese, per praticare l'Agopuntura è necessario essere medici o veterinari laureati. Una volta in possesso della laurea, l'aspirante agopuntore potrà acquisire una formazione specialistica nel campo dell'Agopuntura e delle discipline correlate, attraverso un corso di durata variabile (di solito quadriennale) riconosciuto dalla Commissione ECM del Ministero della Salute. Questo gli permetterà di ottenere un diploma necessario per esercitare la professione (come stabilito dalla sentenza della Corte di Cassazione del 1982). Chiunque abbia studiato Medicina all'estero, deve sostenere in Italia l'Esame di stato per poter esercitare l’Agopuntura.
Sostanzialmente, l’essere medico consente di praticare legalmente l’Agopuntura, è però vero che non esistono corsi universitari di specializzazione medica per questa disciplina, il medico interessato a praticare l’Agopuntura ha quindi la possibilità di seguire un corso qualificato di durata quadriennale ma anche un corso riconosciuto molto più breve (di pochi mesi).

Associazioni di settore

Alcune importanti Associazioni di settore sono la World Federation Acupuncture Society (WFAS) e, in Italia, la Federazione Italiana delle Società di Agopuntura (FISA), l’Associazione Italiana Agopuntura (A.I.A) e l’Associazione Italiana di Agopuntura-Moxibustione e Medicina Tradizionale Cinese (AIAM).