Visita per broncoscopia

Visita per broncoscopia

Può capitare di avere una tosse persistente e sospetta, talvolta accompagnata da preoccupanti tracce di sangue nell'espettorato. In tali casi una diagnosi veloce e sicura si può effettuare mediante un esame affidabile ed indolore: la broncoscopia.

Cos'è
La broncoscopia è una tecnica che permette al medico di avere una visione veloce e completa della trachea e dell'albero bronchiale, al fine di determinare la presenza di eventuali patologie. Lo strumento attraverso il quale si esamina la parte interna dell'albero tracheobronchiale è il broncoscopio, il quale è introdotto mediante il naso o la bocca del paziente. La broncoscopia è una procedura che non procura dolore, ma solamente un leggero fastidio nel momento in cui lo strumento viene introdotto. Questo esame viene in genere richiesto dal medico in presenza dei seguenti sintomi: dispnea, tosse prolungata nel tempo, sangue nell'espettorato, e nel caso in cui si riscontrino anomalie nelle radiografie. Attraverso la broncoscopia è possibile diagnosticare patologie ed infezioni polmonari, tumori endobronchiali, malattie a carico della trachea ed altre patologie non legate direttamente all'albero respiratorio.

Come si esegue
La procedura che si segue per effettuare una broncoscopia è piuttosto semplice. Il paziente viene preparato all'esame circa una mezz'ora prima del suo svolgimento. Gli viene chiesto di togliere eventuali occhiali, gioielli, dispositivi acustici ed altri oggetti che possono interferire con la regolare esecuzione dell'esame. Per impedire che il paziente possa provare un fastidio significativo con l'introduzione del broncoscopio l'esame si svolge in anestesia locale. Viene dunque somministrato un anestetico e subito dopo si procede con l'introduzione del broncoscopio. Questo strumento, che è costituito da una sonda collegata ad una telecamera, viene fatto passare con delicatezza per le vie aeree: dal naso o dalla bocca è in grado di raggiungere la trachea ed i bronchi. Affinché l'esame possa svolgersi nel migliore dei modi al paziente viene chiesto di fare respiri lenti e profondi, rimanendo rilassato e tenendo sotto controllo lo stimolo della tosse. Nella mezz'ora che segue l'esame il paziente viene tenuto sotto controllo, per essere certi che non sia sopraggiunta alcuna complicazione.

Risultato
L'analisi della trachea e dell'albero bronchiale, come già detto, permette di diagnosticare con esattezza e tempestività eventuali patologie ed alterazioni. Oltre alle patologie che interessano l'albero respiratorio, con questo esame si evidenziano patologie a carico dell'esofago, del mediastino, della tiroide. Inoltre, la broncoscopia può essere utile anche per rimuovere dei corpi estranei che sono stati inalati in maniera accidentale.

Altre informazioni
La broncoscopia è un esame sicuro, privo di rischi per il paziente. Tuttavia, esistono delle condizioni in cui il paziente non dovrebbe essere sottoposto a questo esame. In particolare è controindicato nei seguenti casi: se si soffre di aritmie cardiache, cardiopatia ischemica, insufficienza respiratoria, asma bronchiale, alta pressione polmonare. Se si portano delle protesi dentarie mobili è bene toglierle prima di effettuare l'esame. La broncoscopia viene eseguita di mattina a stomaco vuoto. Si raccomanda di non toccare cibo dalla mezzanotte del giorno che precede l'esame.