×

Chirurgia pediatrica

Chirurgia pediatrica

Descrizione
La chirurgia pediatrica è la disciplina medica che si occupa delle operazioni chirurgiche nei bambini e nei neonati. Costituisce branca a sé rispetto alla chirurgia generale in quanto necessita di competenze specifiche dato il differente tipo di trattamento che bisogna riservare ai pazienti di giovane età.

Nel neonato possono ad esempio essere eseguite operazioni di cardiochirurgia per la cura di difetti congeniti al cuore, ovvero di problematiche che l’infante si porta dietro dalla nascita. Altre tipologie di difetti cardiaci possono essere malattie acquisite dopo la nascita per la cura delle quali è necessario sottoporre il bambino ad un’operazione chirurgica. Nel caso in cui si debba trattare un difetto congenito, è talvolta possibile aspettare che il bambino cresca anche qualche anno, prima di effettuare l’operazione.

 

Un po' di storia
La chirurgia pediatrica è nata intorno alla metà del XX secolo e gli Stati Uniti d'America hanno avuto un ruolo molto importante nello sviluppo di tale disciplina: il padre della chirurgia pediatrica è infatti William Edwards Ladd, nato verso la fine del XIX secolo nel Massachusetts, mentre uno dei fulcri principali dell’innovazione nel campo fu il Children Hospital di Philadelphia. Inoltre, di fondamentale importanza fu l’operato del chirurgo Charles Everett Koop che introdusse nuove pratiche chirurgiche per il trattamento dei bambini, in uso ancora oggi, ed effettuò persino un intervento di separazione di due gemelli siamesi. Verso la fine degli anni Settanta, il tasso di mortalità infantile dovuta a malformazioni congenite era stata ridotta in maniera decisamente significativa.

Come è facile immaginare, l’esecuzione di questo genere di operazioni sul corpo di un bambino, tanto più se appena nato richiede una quantità di competenze specifiche e di accortezze differenti rispetto a quelle normalmente osservate per il trattamento degli adulti. Inoltre, particolare importanza ricoprono i momenti in cui viene spiegato al bambino l’intervento che si sta per affrontare, oltre a quelli che precedono e che seguono l’operazione. Dopo la procedura infatti, la degenza in ospedale si può prolungare di alcuni giorni nel reparto di terapia intensiva, e anche di una o più settimane aggiuntive in un altro reparto. La durata può variare a seconda della gravità e delle caratteristiche specifiche dell’intervento.

 

Formazione professionale
Per esercitare la professione di chirurgo pediatrico è necessario aver conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia e aver poi terminato il percorso di studi della scuola di Specializzazione in Chirurgia Pediatrica.

 

Associazioni di settore
Tra le associazioni di settore, a livello internazionale possiamo ricordare la APSA (American Pediatric Surgical Association).

Disturbi e patologie generalmente trattate dai chirurghi pediatrici
Prestazioni generalmente offerte dai chirurghi pediatrici