Sostegno alla genitorialità

Sostegno alla genitorialità

Nel momento in cui una coppia prende consapevolezza di una gravidanza, inizia la loro condizione di genitorialità, entrando in contatto con il concetto di maternità e paternità. Non essendo una capacità innata, quella del genitore è un vero e proprio lavoro, un compito da assolvere al meglio, fatto di un continuo scoprirsi e divenire crescendo con i propri figli, per questo è stato creato un programma di consulenza per il sostegno alla genitorialità, con lo scopo di aiutare, sostenere ed indirizzare i genitori a svolgere il loro ruolo nel miglior modo possibile, sia per se stessi, che per il proprio bambino.

Cos'è
La consulenza per il sostegno alla genitorialità, è un percorso psicologico, atto a rafforzare il senso di maternità e paternità, permettendo un confronto e una condivisione degli oneri genitoriali, al fine di apportare consigli, risolvere dubbi, sciogliere incertezze educative, permettendo al neo-genitore di approdare al nuovo ruolo insieme all'evolversi dei bisogni e della cura del proprio figlio.
Per i genitori lavoratori, la gestione di un figlio con le sue componenti educative ed emotive, diventa un vero e proprio peso, per questo la legge italiana ha stabilito che debba diffondersi una cultura di maggior condivisione dei compiti all'interno della coppia, per favorire una serena conciliazione tra famiglia e lavoro, alleggerendo soprattutto quello che per molti anni è stato un carico prevalentemente materno.


Come si esegue
Il percorso formativo di consulenza per il sostegno alla genitorialità, avviene mediante sedute di assistenza psicologica, per fornire aiuto ai genitori che attraversano un periodo di disagio, legato sia a momenti evolutivi del rapporto genitore-figlio, sia a questioni esterne che infieriscono sul rapporto familiare. Tale supporto viene offerto anche in casi in cui il figlio nasca con una disabilità che amplifica le difficoltà; in questo caso, il programma evolve nella stessa modalità, ponendo però l'accento su un tipo di sostegno specifico ed individuale per le particolari esigenze a cui si va incontro con un soggetto disabile.
La consulenza educativa è totalmente gratuita ed è un servizio rivolto ai genitori con bambini frequentanti l'asilo nido, fino a figli frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Risultato
Grazie alla consulenza per il sostegno alla genitorialità, è possibile aiutare il ruolo materno e paterno nella crescita del proprio figlio, sostenendo e promuovendo il benessere di tutta la famiglia, a partire dalla capacità di ascolto e comprensione tanto dei genitori quanto dei bambini, anche come persone individuali e non solo inseriti nell'ambito familiare. L'obiettivo è quello di trovare, in modo collaborativo con tutti i componenti del nucleo familiare, le migliori soluzioni a problemi potenziali o già esistenti.

Altre informazioni
Sono state introdotte, in via sperimentale, due novità che riguardano il tipo di progetto di sostegno alla genitorialità. Il primo riguarda un congedo di paternità obbligatorio, per padri lavoratori dipendenti, della durata di uno o due giorni anche continuativi, entro i primi 5 mesi di vita del figlio, retribuiti dall'INPS; la seconda novità riguarda invece la madre lavoratrice, la quale può godere di voucher alla fine del periodo di congedo per maternità, spendibili in baby-sitting e in altri servizi pubblici o privati di assistenza all'infanzia, quali asili nido e case materne.