Ecocolordoppler penieno dinamico

Ecocolordoppler penieno dinamico

Negli uomini lo stato generale di salute dell'organismo si riflette anche nello stato di salute dell'organo riproduttore. Alcune disfunzioni sessuali, prime tra tutte quelle erettili, possono essere spia di patologie che meritano indagini più approfondite.

Cos'è
Ipertensione, diabete e aterosclerosi possono essere causa nell'uomo di disfunzioni erettili di natura vascolare. Tra gli strumenti di diagnosi l'ecocolordoppler penieno rappresenta l'esame di prima istanza cui l'andrologo ricorre in caso di sospetto malfunzionamento della circolazione venosa o arteriosa a livello dell'organo genitale maschile.
L'ecocolordoppler penieno è un esame diagnostico non invasivo che combina la tecnica ecografica con quella del color doppler per studiare le condizioni anatomiche e funzionali dei vasi sanguigni e del flusso ematico all'interno del pene. Si tratta, quindi, di uno strumento di diagnosi non doloroso basato su un'indagine ultrasuonografica che utilizza una sonda ecografica ad alta frequenza.
È una metodica caratterizzata da due momenti diagnostici: ecocolordoppler penieno basale e ecocolordoppler penieno dinamico.

Come si esegue
Per sottoporsi all'ecocolordoppler penieno, esame che richiede circa 30 minuti, il paziente non viene sottoposto ad alcuna preparazione particolare, ma viene fatto accomodare sul lettino in posizione supina con l'organo genitale poggiato sull'addome. La prima parte dell'esame, quella basale, viene condotta nello stato di riposo del pene e consiste nella valutazione dei vasi sanguigni mediante sonda ecografica, posta in corrispondenza di vene e arterie, di cui si ottengono grafici e immagini.
La seconda fase, quella dinamica, analizza il flusso ematico nel tessuto cavernoso del membro a intervalli di tempo prestabiliti, dopo aver ottenuto un'erezione farmacologica, mediante iniezione di sostanze che creano vasodilatazione (prostaglandina e papaverina). L'esame dinamico consente di analizzare lo stato di dilatazione delle arterie e la velocità di scorrimento del flusso sanguigno durante l'erezione.
Per alcuni pazienti sottoposti a ecocolordoppler penieno, dopo l'esame può rendersi necessario il ricorso a terapia farmacologica o chirurgica in caso di priapismo: una rigidità dolorosa del membro che si protrae oltre la durata di azione del farmaco che ha indotto l'erezione.

Risultato
L'ecocolordoppler penieno basale consente al medico di valutare la conformazione anatomica dei tessuti del pene (corpi cavernosi, corpo spongioso, tunica albuginea dei corpi cavernosi) per escludere o diagnosticare la presenza di alterazioni importanti, stati fibrosi o calcificazioni che possono essere responsabili delle deformità del pene in erezione. L'ecocolordoppler penieno dinamico, oltre a rilevare la corretta funzionalità del flusso sanguigno consente di indagare sulla morfologia e sulla distribuzione dei vasi nel corpo cavernoso, permettendo al medico di esprimere una diagnosi precoce anche in caso di patologie latenti o in fase iniziale nei pazienti giovani esposti maggiormente al rischio di malattie vascolari.
Nel caso in cui l'indagine diagnostica evidenzi la presenza di anomalie sia nella struttura morfologica dei vasi che nella funzionalità di arterie e vene all'interno del distretto esaminato, vengono disposte ulteriori indagini più invasive per gli approfondimenti del caso.

Altre informazioni
L'ecocolordoppler penieno è un servizio offerto nelle strutture sanitarie pubbliche, private e convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale. La prenotazione dell'esame nelle strutture pubbliche e private convenzionate prevede la presentazione dell'impegnativa del medico curante e il pagamento del ticket sanitario.