Esame del fondo oculare

Esame del fondo oculare

Una visita oculistica è consigliabile a qualsiasi età, soprattutto quando si riscontrano disturbi visivi o abbassamento della vista. Lo specialista esamina l’occhio, ne misura la pressione ed evidenzia eventuali anomalie. In tal caso, può decidere di eseguire l’esame del fondo oculare (fundus oculi), l’oftalmoscopia.

Cos’è 
L’esame del fondo oculare è un’indagine diagnostica effettuata per analizzare in profondità le parti più interne del bulbo oculare, la retina, il nervo ottico, i vasi retinici, la macula e il corpo vitreo. L’esame è necessario per l’individuazione di alcune patologie che riguardano l’occhio. È un’indagine consigliata quando insorge un abbassamento repentino della vista o in presenza di disturbi, come macchie scure, lampi luminosi. L’esame del fondo oculare è spesso eseguito di routine durante la visita oculistica, anche in chi non ha problemi particolari, con una frequenza variabile in base all’età.

Come si esegue
L’esame del fondo oculare è indolore e richiede pochi minuti. Per l'indagine si possono utilizzare diverse tecniche, in base a ciò che si deve esaminare. Prima di tutto, al paziente vengono dilatate le pupille, mediante gocce di collirio midriatico, che agiscono in circa venti minuti. L’esame è eseguito in un ambiente con luce soffusa, il paziente viene fatto sedere o sdraiare. La tecnica d'indagine del fondo oculare con oftalmoscopio diretto prevede la proiezione di luce nell’occhio, tramite un dispositivo dotato di lenti sferiche che riflettono la luce, che viene analizzata. Un’altra tecnica permette di esaminare la retina con l’utilizzo di una lente convessa, che si dispone tra l’oftalmoscopio e l’occhio, analizzando le zone periferiche della retina. Vi è poi un altro tipo di metodologia, che si esegue per osservare la retina in modo più completo e approfondito. In questo caso, l’oculista introduce anche alcune gocce di collirio anestetico, poiché l’indagine potrebbe essere un po' fastidiosa. Viene collocata una lente a tre specchi (lente di Goldmann) direttamente a contatto con la cornea. Durante l’esame del fondo oculare, al paziente è chiesto di muovere gli occhi in diverse posizioni. 

Risultato
L'oftalmologia consente di vedere se ci sono anomalie nel corpo vitreo, patologie del nervo ottico, il glaucoma, la degenerazione maculare, il distacco della retina. Questa indagine permette di diagnosticare distrofie di vario genere, di tenerle controllate e d'impostare terapie, prevenendo peggioramenti irreversibili. Si rivela un esame utile quando vi sono malattie, come il diabete e l'ipertensione arteriosa, per monitorare lo stato di eventuale retinopatia diabetica e anomalie dei vasi sanguigni.

Altre informazioni
L’esame del fondo oculare può essere eseguito anche dai bambini e dagli anziani. È consigliabile farsi accompagnare, poiché la vista rimane offuscata per qualche ora, a causa della dilatazione della pupilla, si può avvertire fastidio alla luce ed è meglio evitare di guidare. Se si soffre di cardiopatie o di pressione alta, va segnalato all’oculista, che usa colliri specifici. L’esame del fondo oculare è effettuabile presso gli ambulatori di oculistica degli ospedali, anche in convenzione con il S.S.N., e nelle cliniche private.