Lipofilling

Lipofilling

1.    Cos’è
2.    Come si esegue
3.    Risultato
4.    Altre informazioni

Cos’è
Il lipofilling è un intervento che prevede l’utilizzo di tessuto adiposo autologo, ovvero proveniente dallo stesso organismo, per rimodellare e riempire le forme corporee senza la somministrazione di sostanze estranee.

Come si esegue
Il lipofilling prevede l’aspirazione dell’adipe da trapiantare attraverso una siringa o alternativamente l’utilizzo del materiale estratto con la liposuzione. In genere, le zone da cui si preleva il grasso da iniettare sono le cosce e le ginocchia. Il grasso viene trattato, separato dal materiale di scarto e purificato. Si procede poi con l’inoculo, che avviene con la stessa metodica degli altri filler (acido ialuronico, collagene, ecc.), nelle zone corporee che richiedono un aumento di volume. Infine si termina con il bendaggio della zona interessata, allo scopo di modellare i tessuti nella forma desiderata. L'intervento è solitamente eseguito in anestesia locale con sedazione in regime di day-hospital. L’innesto del proprio tessuto adiposo presenta molti vantaggi, in quanto evitando l’impiego di sostanze estranee si prevengono i rischi di allergia e rigetto e il risultato può essere considerato come semipermanente, al contrario dei classici filler riassorbibili. Un iniziale riassorbimento dopo l’operazione è comunque fisiologico.

Risultato
L’adipe prelevato è in grado di volumizzare alcune parti del viso, quali zigomi, guance e pieghe della pelle dovute all’invecchiamento, permettendo di posticipare l’intervento di lifting facciale. Anche seno e glutei possono essere soggetti al riempimento con tessuto adiposo autologo. I tempi di permanenza dei risultati sono tuttavia molto soggettivi e dipendenti strettamente dalla qualità degli adipociti impiantati: infatti quello cha varia da individuo ad individuo è il numero di adipociti che attecchiscono in maniera definitiva nella zona interessata, ed è perciò probabile che l’intervento debba essere ripetuto nel tempo per riottenere il grado di riempimento ideale e per mantenere a lungo i risultati.  

Altre informazioni
Ai pazienti viene raccomandato di non assumere acido acetilsalicilico e altri farmaci antiinfiammatori per almeno due settimane prima dell’intervento, in quanto può essere compromessa la funzionalità della coagulazione sanguigna. È consigliabile smettere di fumare nel periodo precedente e seguente all’intervento e sospendere temporaneamente i contraccettivi orali.