×

Medicina generale

Medicina generale

Descrizione
In Italia, coloro che per definizione praticano medicina generale non sono nient’altro che i medici di famiglia. Tale figura è equivalente a quella che in Gran Bretagna viene chiamato General Practitioner e venne introdotta nel nostro Paese solo a partire dal dicembre 1978. Il medico di famiglia viene scelto direttamente da ciascun cittadino fra il personale preventivamente selezionato dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Lo stesso diritto viene conferito ai cittadini equiparati e agli extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia. Lo scopo principale di una figura sanitaria di questo tipo è quello di garantire al paziente un’assistenza che miri non solo alla cura delle patologie e dei problemi medici ma anche ad accompagnare il singolo individuo nell’effettuazione di scelte ottimali per il miglioramento delle proprie condizioni di salute e della qualità della vita che sta alla base un sano equilibrio psicofisico.

Per scegliere il proprio medico è necessario rivolgersi all’Azienda Sanitaria Locale, comunemente nota come A.S.L., oppure mediante un apposito portale web. È possibile scegliere il nominativo desiderato da una lista proposta tenendo presente che ogni dottore può gestire al massimo 1.500 pazienti.

 

Un po' di storia
La medicina generale è una branca della medicina relativamente recente. Infatti, è stata dichiarata ufficialmente tale solo a partire dall’entrata in vigore della Direttiva n. 86/457, che stabiliva che tutti gli Stati membri della CEE dovessero integrare con un tirocinio formativo le conoscenze acquisite durante il corso di laurea. Inizialmente, questa integrazione venne chiamata Tirocinio teorico-pratico per la formazione in Medicina Generale di medici neolaureati ed entrò in vigore con un Decreto pubblicato il 10 ottobre 1988.

 

Percorso di formazione
Per diventare medico di famiglia, per coloro che hanno conseguito l'abilitazione alla professione dopo il 31.12.1994, oggi è presente un iter specifico e ben determinato. Secondo quanto stabilito dalla legislazione, è necessario essere in possesso della laurea in Medicina e Chirurgia, grazie alla quale poter accedere alla scuola di Specializzazione in Medicina Generale. È necessario, inoltre, partecipare ai concorsi banditi dalle varie regioni che permettono l’inserimento nelle diverse graduatorie.

 

Associazioni di settore
Un’importante associazione di Medicina Generale attiva nel nostro Paese è la SIMG, la Società Italiana di Medicina Generale. A livello internazionale si distingue la Wonca, ovvero l’Organizzazione Mondiale dei Medici di Famiglia.