Consulenza per infortunistica privata

Consulenza per infortunistica privata

Cos'è
La consulenza per infortunistica privata è un’attività necessaria nel caso in cui si verifichi una richiesta di approfondimento in ambito di responsabilità civile, infortunistica o del lavoro, a seguito di un incidente o di un infortunio. È un passaggio fondamentale durante molte procedure giudiziali come ad esempio l’iter di richiesta di danni o di risarcimenti da parte di lavoratori che hanno subito un infortunio, o nei casi di incidente stradale in cui vengono coinvolte le assicurazioni.
Si tratta di una consulenza tecnica di valutazione della salute dell’infortunato, con lo scopo di definire la vera entità del danno subito con le sue possibili conseguenze future. Si può infatti parlare di varie tipologie di inabilità temporanee o permanenti, a livello motorio, relazionale o anche psichico.

Come si esegue
La consulenza per infortunistica privata segue solitamente un percorso diagnostico e clinico ben definito, così da oggettivare in maniera certa e sicura le tipologie di danno e le loro conseguenze sulla salute dell’infortunato.
Il primo passaggio fa riferimento all’investigazione delle modalità di accadimento dell’infortunio. Si cerca quindi di ricostruire le azioni, le precauzioni messe in atto ed i comportamenti che hanno causato il danno. Questo è importante per stabilire l’esatta dinamica e le responsabilità dei vari attori coinvolti. Il secondo passaggio mira ad analizzare i traumi, le ferite e tutte le altre lesioni riportate da chi ha subito il danno. In questa fase si cerca di mettere in luce eventuali problematiche già preesistenti ed eventuali complicanze sopravvenute nella fase post-traumatica. Si valutano poi tutte le cure a cui il paziente è stato sottoposto per il trattamento del danno. In questa fase si prendono in esame le strutture in cui è stato ospitato (ospedali, cliniche, case di cura), i medici che hanno prestato il loro servizio professionale (specialisti, di base, ecc.) e le diagnosi effettuate.
Molto importante è poi la valutazione sull’incidenza del danno subito. Questo si può infatti tradurre in problemi fisici, estetici o psichici. Si valuta anche l’eventuale percentuale di invalidità che il trauma ha causato al paziente, con ripercussioni sull’abilità lavorativa e relazionale. Va infatti considerato che un danno da infortunio può provocare inabilità temporanee o permanenti.
Le visite a cui l’infortunato viene sottoposto hanno quindi l’obiettivo di capire la vera entità della problematica, cercando di individuare le cause che hanno portato ad uno specifico effetto, senza tralasciare le conseguenze secondarie che eventuali cure non idonee o problemi già preesistenti, ma non ancora manifesti al momento dell’infortunio, possono aver innescato.

Risultato
Il risultato di una consulenza per infortunistica privata è una diagnosi sulle cause che hanno portato ad una inabilità temporanea o permanente dell’infortunato. A seguito di un incidente è infatti fondamentale riuscire a distinguere gli effetti causati dal trauma vero e proprio da tutti gli eventuali problemi sorti in un periodo successivo, o già presenti in precedenza.
Lo scopo finale è di arrivare a fornire una percentuale d’inabilità che caratterizzi con oggettività il grado d’incidenza del danno subito.

Altre informazioni
In alcuni casi, una consulenza per infortunistica privata può essere richiesta direttamente da un magistrato. In questo caso, il medico che provvede alla sua esecuzione prende il nome di "consulente tecnico d’ufficio (CTU)" e diviene un vero e proprio organo giudiziario con una funzione neutrale tra il danneggiato e chi ha provocato il danno