Pedodonzia

Pedodonzia

Cos'è la pedodonzia
La pedodonzia, più diffusamente conosciuta con il nome di odontoiatria pediatrica, è un particolare settore dell'odontoiatria che si occupa della prevenzione e cura di patologie a carico del cavo orale e dei denti nei bambini dai 2 ai 16 anni. Particolare attenzione deve essere posta all'aspetto psicologico per far in modo che il bambino maturi un giusto approccio verso il dentista.

Come si esegue la pedodonzia
In pedodonzia vengono effettuate diverse prestazioni, la prima e più importante è la prevenzione. E' bene che i genitori portino i bambini dal dentista fin dalla tenera età per verificare se vi siano problemi di allineamento o carie e per ricevere tutte le istruzioni utili ad evitare l'insorgere di problemi. Il dentista cerca di insegnare al bambino le regole per la corretta igiene orale e, nel caso in cui sia necessario, si procede ad un piano di assunzione di fluoro in gocce o compresse. Questo, se assunto correttamente, non crea alcun danno alla salute dei bambini, ma numerosi benefici allo smalto dei denti. Sempre in via preventiva, intorno ai 6- 7 anni, il pedodonzista può ritenere utile effettuare la chiusura dei solchi nei molari permanenti, ciò attraverso l'applicazione di una resina atossica che ha lo scopo di evitare l'insorgere della carie. Infine, è possibile eseguire anche i test salivari che misurano la quantità di batteri presenti nella saliva e la capacità di abbattere gli acidi della bocca. I risultati permettono di realizzare un protocollo individuale di prevenzione. Un ruolo importante deve essere riconosciuto all'ortodonzia che si occupa dell'allineamento dei denti e quindi tende a ripristinare la funzione dell'apparato stomatognatico. In questi casi il pedodonzista interviene, in seguito a diagnosi effettuata con esami radiografici, impronta delle arcate, foto, applicando un apparecchio ortodontico la cui tipologia varia in base alla problematica che deve essere affrontata e in base alla gravità del problema. Si può intervenire con un apparecchio ortodontico già all'età di cinque anni e quindi prima che inizi il cambio dei denti decidui. Un altro problema frequente nei bambini è la carie, anche essa deve essere opportunamente trattata. Si calcola che in Italia circa il 63% dei bambini sotto i 12 anni abbia problemi di carie, la stessa deve essere curata anche se i denti sono ancora da latte in quanto comunque comporta dolore. Oltre il trapano e le otturazioni, oggi è possibile anche l'uso dell'ozono sui denti cariati per creare una barriera e favorire la rimineralizzazione.

Risultati
I trattamenti svolti in pedodonzia hanno lo scopo di preservare la salute dei denti dei bambini e prevenire futuri disturbi, anche importanti, legati non solo alla funzione masticatoria, ma anche alla fonetica, alla corretta postura e all'apparato digerente.

Altre informazioni
Le statistiche italiane confermano che, purtroppo, il dentista è uno degli specialisti a cui più facilmente si rinuncia soprattutto in tempi di crisi, è bene però ricordare alle famiglie che è possibile rivolgersi alla ASL o a medici convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale per usufruire delle cure dentistiche pagando solo il ticket. Spesso il timore del dentista è dovuto al dolore provocato, ma è oggi disponibile la sedazione cosciente, nessun ago, nessun dolore ma una mascherina che rilascia un leggero anestetico per permette al bambino di essere cosciente e collaborare con il dentista senza provare dolore.