Ortodonzia

Ortodonzia

1.    Cos’è
2.    Come si esegue
3.    Risultato
4.    Altre informazioni

Cos’è
L’ortodonzia o ortognatodonzia si occupa di studiare i difetti di posizionamento e sviluppo dei denti e delle ossa mascellari che li sostengono. Lo specialista che mette in atto le terapie adeguate alla risoluzione di queste anomalie è il dentista ortodonzista. Il riposizionamento può avvenire tramite l’utilizzo di apparecchi ortodontici fissi o mobili e, talvolta, anche con l’ausilio della chirurgia.

Come si esegue
Lo specialista, dopo aver effettuato una o più visite di controllo, unitamente agli esami del caso, può pianificare la terapia più adeguata per ripristinare l’allineamento dell’organo della masticazione. La terapia meccanica prevede l’utilizzo di apparecchi ortodontici, di tipo mobile o fisso, che sono comunemente composti da una serie di fasce, fili e sostegni posizionati in modo permanente o reversibile attorno ai denti. Questo sistema, accuratamente studiato dal dentista sulla base della problematica dell’individuo, crea una tensione sui denti che col tempo si posizionano nella maniera desiderata. Alcuni tipi particolari di apparecchi ortodontici si utilizzano per scopi specifici come, per esempio, scoraggiare l’abitudine del succhiamento del pollice nel bambino, oppure, in caso di caduta precoce di un dente nell’infante, lasciare pervio lo spazio per permettere la crescita della dentatura fissa. L’operazione chirurgica è invece di fondamentale importanza per problematiche non risolvibili con la sola terapia meccanica, per esempio talvolta si rende necessaria l’estrazione di alcuni denti che ostacolano un corretto allineamento delle arcate dentali. Solitamente viene seguita dalla terapia meccanica.

Risultato
L’attuazione della terapia ortodontica è particolarmente efficace e raccomandabile durante l’età dello sviluppo, quando la bocca e l’apparato muscolo-scheletrico attorno ad essa non hanno ancora assunto la sua forma definitiva e risulta perciò più facilmente modificabile meccanicamente, senza l’intervento chirurgico. Inoltre, più precocemente si interviene, maggiori sono le probabilità di non incorrere in problemi futuri causati dall’errato posizionamento dentale. Quindi, nel complesso, i benefici dell’ortodonzia comprendono una bocca più sana, denti più duraturi ed, infine, un’estetica più gradevole.

Altre informazioni
Solo il colloquio con lo specialista può accertare la necessità più o meno stringente di un intervento ortodontico. Tuttavia, tra i casi più suscettibili di una terapia di questo tipo compaiono: sporgenza dei denti superiori o inferiori, morso incrociato o aperto, linea mediana delle arcate spostata, spazi tra i denti ed infine affollamento dentale.