Coronavirus (COVID-19):
prenota i dottori che offrono la consulenza online
Vedi tutti
Consulenza per chirurgia dell'avampiede

Consulenza per chirurgia dell'avampiede

In caso di eventi traumatici o patologie alle ossa del piede, metatarsi e falangi, dopo aver effettuato un protocollo diagnostico tramite esami radiologici, elettromiografia e esami generali per diagnosticare eventuali patologie importanti del paziente quali diabete o neuropatie, si procede a interventi di chirurgia dell'avampiede.

Cos'è
Gli interventi di chirurgia dell'avampiede possono verificarsi in conseguenza di alterazioni morfologiche congenite dell'arto inferiore, in particolare di metatarsi e falangi, o in seguito a eventi traumatici o patologici. Tra le malformazioni genetiche troviamo le alterazioni dell'asse metatarsale meglio conosciuto come alluce valgo, e l'ipoplasia metatarsale. Gli eventi traumatici che riguardano l'avampiede sono costituiti essenzialmente da fratture falangee e/o metatarsali, tra le patologie sviluppatesi in seguito a infezioni o malattie autoimmuni le più comuni sono la patologia retrattile neuromuscolare, ossia la retrazione di ossa, tendini e muscoli delle falangi.

Come si esegue
Gli interventi di chirurgia dell'avampiede possono essere semplici interventi eseguiti in anestesia locale e day hospital o vere e proprie ricostruzioni dell'avampiede a volte con tecniche microchirurgiche. Tra gli interventi in day hospital figurano tutte le patologie retrattili in cui il chirurgo agisce sul tendine o sul muscolo retratto con un'incisione che ripristina la normale funzionalità motoria del dito e elimina il dolore che spesso accompagna tale patologia. Il tempo di recupero per il paziente è ridotto a pochi giorni. Per quanto riguarda invece gli interventi di ipoplasia metatarsale, ossia nel caso in cui i metatarsi non si sono correttamente accresciuti e sviluppati, la complessità dell'intervento varia a seconda del numero dei metatarsi da correggere. Gli interventi si eseguono comunque in anestesia generale e in regime di ricovero ospedaliero, riguardano correzioni alla brevità delle ossa, tramite osteosintesi oppure interventi che agiscono sui tessuti molli. Negli eventi traumatici dopo studio radiologico diagnostico accurato, si procede a trattamenti di ricostruzione e rifissazione delle ossa traumatizzate eseguiti in day hospital o in sala operatoria con sature o impianto di chiodi o placche. 

Risultato
Gli interventi di chirurgia dell'avampiede sono solitamente risolutivi, dopo un periodo di convalescenza e in alcuni casi leggera riabilitazione, il paziente può recuperare la totale funzionalità dell'arto, anche a livello sportivo. Negli eventi traumatici, dopo un periodo di immobilizzazione e dopo che la radiologia conferma la saldatura completa della frattura e la formazione del callo osseo, il paziente può gradualmente riprendere i movimenti fisiologici dell'arto e effettuare fisioterapia, massaggi o eseguire esercizi attivi per accelerare il processo di guarigione. Questi interventi migliorano notevolmente il lato estetico di un piede con malformazioni. 

Altre informazioni
Gli interventi di chirurgia dell'avampiede rientrano nella chirurgia di alta specializzazione e vanno quindi effettuati in strutture idonee, affidandosi ad un equipe di medici ortopedici con elevata esperienza nel settore.