Alopecia

Alopecia

I sintomi dell’alopecia sono tristemente noti a un gran numero di persone: i capelli si indeboliscono sempre più e, con il passare del tempo, vanno incontro a una progressiva caduta. La capigliatura si fa via via più rada fino ad arrivare a casi di calvizie totale o molto marcata. Naturalmente questa condizione porta con sé anche un’elevata dose di disagio e sofferenza psicologica. In alcuni casi, fortunatamente, è possibile contrastare la caduta dei capelli e restituire forza ed elasticità alle chiome attraverso un trattamento dell'alopecia da decidere insieme al proprio dermatologo.

Che cos’è
Il trattamento dell’alopecia varia a seconda del tipo di patologia che il dermatologo si trova a dover affrontare. Vi sono, infatti, diversi tipi di alopecia e, la più comune, è quella androgenetica tipica della popolazione maschile. La qualità dei capelli inizia a mostrarsi visibilmente compromessa e, in breve tempo, l’80% degli uomini va incontro a una perdita parziale o totale della capigliatura. Benché questa spiacevole condizione sia ritenuta quasi fisiologica nel sesso maschile, un buon trattamento per l’alopecia può riuscire ad arrestare il progressivo diradarsi dei capelli. Maggiori ripercussioni psicologiche si verificano nei casi di alopecia androgenetica femminile. Per il sesso femminile, infatti, la bellezza e la salute dei capelli sono una fondamentale componente estetica e la compromissione della capigliatura può condurre a pesanti ripercussioni psicologiche. In questo caso è ancora più opportuno rivolgersi a un dermatologo per iniziare un trattamento dell’alopecia. Altre forme di alopecia sono quella areata e quella da distitiroidismi.

Come si esegue
Il trattamento per l’alopecia androgenetica maschile si fonda sulla somministrazione di una particolare categoria di farmaci che inibisce la produzione di un enzima responsabile del progressivo assottigliarsi e infragilirsi dei capelli. Alcuni di questi medicinali, da utilizzare sempre dietro prescrizione medica, vengono assunti una volta al giorno per via orale. Altri hanno invece, sotto forma di lozioni, hanno un impiego topico e devono essere distribuiti e massaggiati sul cuoio capelluto. Per quanto riguarda l’alopecia androgenetica femminile che, normalmente, si manifesta dopo la menopausa, si ricorre invece a prodotti a base di estrogeni da applicare direttamente sulla cute del capo. Il trattamento dell’alopecia femminile dovuta a problemi endocrini viene effettuato ricorrendo a farmaci antiandrogeni o alla pillola anticoncezionale. Un aiuto può arrivare anche dalla fitoterapia che mette in campo frizioni di bardana, noce, rosmarino e timo per contrastare la caduta dei capelli.

Risultati
I risultati del trattamento dell’alopecia non sempre danno esiti immediati e occorre quindi pazientare per circa 3 mesi prima di poter vedere i segni di un’inversione di rotta. Va però sottolineato che, dopo circa 6 mesi dalla sospensione della terapia, il problema si ripresenta e occorre quindi riprendere periodicamente il trattamento dell’alopecia.

Altre informazioni
La principale causa dell’alopecia va ricercata nella componente genetica, tuttavia anche eventi di tipo traumatico o prolungati stati di stress psico fisico possono influire in modo significativo sulla comparsa dell’alopecia. Responsabili di questa condizione possono essere anche alcune patologie autoimmuni come, per esempio, la tiroidite di Hashimoto.