Obesità infantile

Obesità infantile

Cos'è
Il trattamento dell'obesità infantile è una terapia il cui scopo è di "correggere" abitudini alimentari e motorie scorrette, intervenendo con specifici esami e cure sulle cause dell’obesità.
Agire fin dall’età pediatrica sulle cause di un aumento di peso troppo elevato, è molto importante per la salute del bambino e per cercare di evitare un’alta incidenza di individui in sovrappeso nell’età adulta. Recenti ricerche hanno infatti dimostrato che circa il 70% dei bambini o degli adolescenti obesi, lo rimangono anche da adulti, sviluppando contemporaneamente gravi problemi per la loro salute. L’incidenza di malattie cardiovascolari, di diabete, di stati ipertensivi e di colesterolo alto, è infatti molto maggiore nei pazienti in sovrappeso piuttosto che in quelli normopeso.

Come si esegue
Il trattamento dell'obesità infantile si basa soprattutto su di una serie di interventi "educativi" nei confronti del bambino e di tutta la sua famiglia. Insegnare ad un ragazzo a seguire un regime alimentare corretto che gli permetta di non far aumentare la cosiddetta "massa grassa" del suo corpo, è fondamentale per prevenire l’insorgenza di questa patologia. Il bambino non deve però "subire" la selezione dei cibi come un’imposizione dall’alto. È per questo che il coinvolgimento della famiglia risulta essere un passaggio ineliminabile nel corretto trattamento dell’obesità infantile.
Il trattamento prevede che siano eliminate abitudini alimentari non corrette come ad esempio saltare la prima colazione (rifacendosi poi a pranzo o durante la mattinata), non mangiare frutta o verdura, consumare troppi cibi dolci, cioccolato, merendine industriali, patatine fritte e bevande gassate con l’aggiunta di anidride carbonica. Un altro obiettivo è la modifica dei tempi riservati al pranzo ed alla cena. Questi momenti dovrebbero divenire più "rilassati", evitando di mangiare in fretta e davanti alla TV accesa.
Anche una corretta attività motoria è molto importante per evitare che il bambino possa sviluppare uno stato di obesità patologica. Praticare uno sport, passare quotidianamente un po’ di tempo all’aria aperta ed evitare abitudini sedentarie come ad esempio giocare ai videogiochi, rappresentano semplici modi per rimanere in salute.
Il trattamento di questa problematica prevede anche una serie di accertamenti clinici per cercare di stabilirne la gravità e le cause. L’esame più diffuso è il BMI (Body Mass Index) con cui si calcola, grazie ad una semplice formula (peso del bambino espresso in chilogrammi rispetto alla sua altezza in centimetri) l’indice di massa corporea, determinando se un bambino è in sovrappeso oppure obeso. Altri esami sono la misurazione delle pieghe del corpo (chiamate anche "pliche") come ad esempio la piega del bicipite o della scapola, la misurazione della circonferenza del braccio e della vita ed il rapporto tra la vita ed i fianchi.
Individuare la causa dell’obesità infantile non è sempre semplice a causa delle varie tipologie di fattori che la possono scatenare. Tra questi sono infatti molto importanti i fattori sociali (stile di vita del bambino, ambiente in cui vive, ecc.), fattori ereditari e metabolici, ed infine fattori psicologici che possono portare il bambino a sfogare sul cibo le difficoltà che incontra a casa o a scuola.
Intervenire fin dall’età pediatrica su questo tipo di patologia rimane senza dubbio uno dei metodi migliori per evitare lo sviluppo di problemi, anche molto gravi, per la salute del bambino e per prevenire disfunzioni croniche una volta adulto.

Risultato
Il trattamento dell'obesità infantile porta generalmente a buoni risultati. Con un regime alimentare corretto e con un’adeguata attività motoria, il bambino rientra gradualmente in un "range" di peso in grado di metterlo al riparo dallo sviluppo di malattie cardiovascolari e legate all’aumento della massa grassa.

Altre informazioni
Perché il trattamento dell'obesità infantile produca dei buoni risultati, è importante che tutte le correzioni apportate allo stile di vita del bambino siano studiate e messe a punto caso per caso, senza affidarsi a cure generiche ma interpellando dei medici specialisti.