Couperose

Couperose

Quando sulle guance e ai lati del naso compaiono rossori diffusi che, osservati da vicino, formano come dei reticolati sulla pelle, siamo di fronte ad una couperose. Si tratta di una patologia in cui i capillari sanguigni, dilatandosi in maniera inconsueta a causa della perdita di elasticità, formano come dei ristagni ematici sotto l'epidermide (teleangectasie), determinando le caratteristiche chiazze antiestetiche (eritrosi) di questo disturbo. Oggi la couperose si può combattere ed attenuare con delle cure e trattamenti mirati.

Cos'è
Il trattamento della couperose non è mai unidirezionale ma si compone di azioni sinergiche esercitate su più fronti. Innanzitutto per trattare questa patologia si rende necessario adottare uno stile di vita sano: cibi che non richiedono digestione laboriosa insieme con l'eliminazione o drastica riduzione di alcool e caffè consentono ai capillari una sorta di riposo, evitando il loro dilatarsi e le conseguenti macchie sul volto. Altro passo importante da compiere è quello di schermarsi dai raggi solari, che causano vasodilatazione ed un peggioramento del disturbo. A questi accorgimenti va affiancato l'uso di creme medicate antinfiammatorie o antibiotiche ed un trattamento laser, che può essere indicato sia per le teleangectasie che per l'eritrosi diffusa. I trattamenti laser, a loro volta, possono essere di diversi tipi ed andrebbero alternati nell'utilizzo: il laser 532 KTP è perfetto per i capillari isolati. In caso di rossore diffuso a tutto il volto con effetto porpora andrebbe d'altra parte preferito un laser 540.

Come si esegue
Il trattamento della couperose preventivo e di mantenimento, con stile di vita adeguato ed utilizzo di creme specifiche, va concordato con il dermatologo e si esegue quotidianamente, a fasi cicliche. Il trattamento laser invece si esegue in questo modo: ci si stende su un lettino e si prepara la pelle a ricevere i fasci di luce, che vengono emessi ad una lunghezza d'onda di 532 o 540 nanometri. A questo punto il medico si sofferma su ogni singolo capillare, per far sì che il raggio vada a colpire l'emoglobina contenuta nei globuli rossi e renda il reticolo dei piccoli vasi sanguigni invisibile. Ogni seduta di laser 532 o 540 ktp dura circa 15-20 minuti e non è dolorosa. È importante, però, adoperare delle precauzioni precedenti e successive al trattamento. Prima non bisogna assolutamente esporsi al sole o a lampade U.V., assumere determinati farmaci, né autoabbronzanti. Dopo bisogna stare attenti a proteggere la pelle del viso con uno schermo totale e pazientare se compaiono delle piccole croste, che scompariranno entro una decina di giorni. 

Risultato
I risultati del trattamento della couperose sono immediati. Già dopo la prima seduta di laser (abbinata ad una corretta igiene della pelle, abitudini sane ed utilizzo di creme o gel specifici) l'epidermide appare meno arrossata, più compatta e dal colorito uniforme. Dopo tre o quattro sedute, sufficienti per un ciclo completo, i capillari sono scomparsi e l'aspetto del viso ritorna luminoso. 

Altre informazioni
E' necessario evidenziare che il trattamento della couperose non può essere definitivo: chi soffre di questo inestetismo dovrà sempre mantenere abitudini corrette, utilizzare prodotti dermatologici adeguati ed eventualmente sottoporsi a sedute di mantenimento di raggi laser. Fondamentale, inoltre, è il non affidarsi a centri non qualificati, ma rivolgersi sempre al dermatologo che saprà indirizzare il paziente verso un centro specializzato nella cura e nel trattamento di questo disturbo